Translate

08 agosto, 2010

ERA SOLO IL 1994

"D'una città non godi le sette o le settantasette meraviglie...

Che cos'è La Città Invisibile?
La Città Invisibile è un'associazione senza fini di lucro, costituita da
> persone fisiche, associazioni o persone giuridiche liberamente associate,
titolare di un nodo Internet: i suoi server calvino e marcopolo ospitano iniziative, pagine web, liste di discussione gestite grazie al lavoro volontario dei suoi soci. È una comunità virtuale, che si riunisce e prende le sue decisioni per via telematica, e insieme un'esperienza di telelavoro cooperativo che si è dimostrata in grado di costruire realizzazioni complesse.
È caratterizzata da tre elementi di fondo:
La Città Invisibile contribuisce su Internet alla realizzazione di un progetto di trasformazione democratica e di modernizzazione della società italiana:
Mettendo a disposizione il proprio nodo internet e le proprie banche dati, la Città Invisibile offre visibilità su Internet a quelle organizzazioni - associazioni, pubblicazioni periodiche, schieramenti politici - che ne condividono i fini:

di promuovere il libero accesso alle informazioni e l'utilizzo democratico delle tecnologie informatiche;
di promuovere la realizzazione di una democrazia partecipativa, e i valori della pari dignità, dell'uguaglianza, della giustizia e della libertà degli individui;
di promuovere un modello di convivenza tra persone basato sul rispetto reciproco e sull'accettazione delle differenze, sulla socialità e sulla convivialità.
Per queste organizzazioni, La Città Invisibile si propone come interfaccia tra la "realtà" e il "cyberspazio" di lingua italiana.

La Città Invisibile organizza e crea "sapere politico":
Per mezzo di gruppi di discussione aperti anche ai non soci, mettendo a disposizione banche dati, collaborando con altre organizzazioni, la Città Invisibile contribuisce a creare progetti per il cambiamento.
La Città Invisibile è un laboratorio avanzato di democrazia telematica:
Autonoma, perchè finanziata unicamente dai suoi soci, la Città Invisibile sperimenta quotidianamente la realizzazione di una democrazia sostanziale e partecipativa. L'Assemblea è riunita in sessione permanente per mezzo del collegamento telematico, e può bocciare qualsiasi delibera dell'organo dirigente, il Coordinamento. Lo Statuto fornisce gli strumenti che permettono ai Cittadini Invisibili di partecipare attivamente a tutte le attività dell'associazione.
Tre elementi caratterizzanti, e un'idea di fondo:

La Città Invisibile crede nella concretezza: le sue attività, portate avanti all'interno di cinque aree funzionali permanenti e di numerose commissioni, sono realizzate con una divisione del lavoro attuata per mezzo di ampie deleghe, all'interno di ben delineati meccanismi statutari.

Con i suoi oltre cento iscritti e il suo nodo internet gestito collettivamente, la Città Invisibile si pone l'obiettivo di essere, in rete, un punto di riferimento per chi condivide i suoi fini e per chi crede nel futuro della democrazia telematica.

Vi invitiamo quindi a visitare la nostra Città: con Italo Calvino, speriamo che essa possa rispondere almeno a qualcuna delle vostre domande.

...ma la risposta che dà a una tua domanda."
esiste ancora il sito http://www.citinv.it/