Translate

19 agosto, 2012

L'ultima fatica: COMUNICAZIONI VIA INTERNET - I DIRITTI DI IMPRESE E CITTADINI I DOVERI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Il Sole 24 ORE





Cambi di residenza o aggiornamenti dello stato di famiglia richiesti in tempo reale via Web, pagamento on line di multe, ticket sanitari, tassa rifiuti e tasse scolastiche, iscrizione ai concorsi, semplificazione dei controlli per le imprese. Con l'entrata in vigore del decreto semplificazioni, dal 10 febbraio tutte le Pubbliche amministrazioni, Comuni e Province in testa, sono tenute a garantire ai cittadini nuovi diritti "telematici" e ad eliminare file e scartoffie, sostituendole con un click. Entro il 1° gennaio 2014 la rivoluzione digitale dovrà essere completata e gli apparati pubblici saranno chiamati a gestire comunicazioni e servizi via internet. Viaggeranno sul web le pratiche relative a denunce, atti e garanzie fideiussorie, i pagamenti fiscali, previdenziali, contributivi, assistenziali e assicurativi, le attestazioni e le certificazioni. Con l'approvazione dei decreti attuativi l'online sarà l'unico canale anche per gli scambi di informazioni tra i Comuni, le Questure e i i notai. E i Comuni sotto i 5mila abitanti saranno obbligati ad associarsi per gestire le funzioni Ict. La Guida+ «Comunicazioni via Internet: i diritti di imprese e cittadini, i doveri della Pubblica amministrazione» analizza tappa per tappa la roadmap della digitalizzazione, offrendo agli operatori della Pa e ai loro interlocutori un quadro completo degli adempimenti richiesti dalla normativa. Nel contempo presenta agli imprenditori e ai cittadini una panoramica completa di tutti gli snellimenti burocratici a disposizione: dalla Scia, la Segnalazione certificata di inizio attività, allo Sportello unico delle attività produttive, che il decreto legge 70/2011 ha rafforzato con la figura dei commissari ad acta.

La storia del codice digitale, sette anni di ritocchi normativi
Le semplificazioni per i cittadini: anagrafe, concorsi e tasse
Le semplificazioni per le imprese: dalla Scia allo Sportello unico
Le comunicazioni tra amministrazioni, dal 2014 si riceve solo via Web
Comuni e Province virtuose, i modelli da imitare
L'Agenda digitale italiana, l'Agenzia e la Cabina di regia
La Sanità digitale e la cartella clinica elettronica
Le risposte dei nostri esperti ai quesiti più frequenti
La normativa di riferimento con le note esplicative



Come acquistarlo

Nessun commento: