Translate

20 luglio, 2011

Perché Spider Truman mi sta simpatico. Il precario qualunquista.


Ne ho lette tante, ne ho sentite molte.
Chi si affanna a spiegarci chi è, chi si scatena in accuse e condanne.
Ma, lo confesso, spider a me sta simpatico. Come del resto sta simpatico alla maggioranza del popolo ingenuo della rete. 
Certo, ai vecchi marpioni navigati, ai cari amici dai blog tanto apprezzati e che, diciamocelo, sono da tempo preoccupati che le loro pagine possano essere abbandonate a favore della leggera evanescenza dei gruppi di cazzeggio, lo spider del giorno dà qualche apprensione.
Ma non voglio farla lunga e vengo alle mie valutazioni rispetto alle accuse.
1) Spider mette le pubblicità sul Bolg.
E meno male! Se non è veramente furbissimo, sta cosa mi piace sul serio. Vuole raggranellare un po di soldi? Significa che non gliele ne danno. Che nessuno lo paga (li paga)  insomma.
2) Spider non sta rivelando un cazzo.
Ma perché, pensate che quello che tutti conosciamo della casta non sia sufficiente?
Davvero aspettiamo il messia o il PM che scopra l'errore fatale, il peccato gravissimo che finalmente ce li fa condannare? Ma allora gli ingenui siamo noi! Spider non fa altro che ricordarci le cose che sappiamo tutti e lo fa facendosi a modo suo ascoltare. Il risultato delle sue tante minacce, e delle sue poche rivelazioni, ha riscosso un tale risultato mediatico che qualsiasi pubblicitario intelligente dovrebbe subito assumerlo. Centinaia di interviste e di comunicati, feste manifestazioni messi insieme dai partiti di opposizione non sono riusciti a raggiungere la decima parte del colpo di contatti raggiunti dal ragno.
3) Spider si nasconde dietro l'anonimato.
Scagli la prima pietra chi non ha mai usato un avatar, un finto profilo, in nick misterioso. Ma figuriamoci, il mondo degli Aidoru che si spaventa perché uno mette la maschera di zorro.
4) Non è politicamente etico il suo comportamento.
Ma di che Etica parliamo? Di che politica? Di che cultura direbbe Bennato! Questo (questi) stanno facendo solo un gioco. Giocano a creare la notizia. Lui (loro) non le danno le notizie, le creano. Come fa Vespa, Santoro, Minzolin.
Per carità, mica vuole fondare un partito e chi ci crederebbe ad un partito fondato dal precario ex pupillo del parlamentare che poi si vendica sputtanado il suo vecchio padrone. Il servitore fedele che prova a fare il carnefice perché cacciato dalla "zizzinella". Improponibile. Spider vuole rappresentare solo il popolo dei qualunquisti incazzati. La maggioranza silenziosa della rete. Quella maggioranza a cui non frega una mazza se il governo limita le libertà in rete (come sostiene il Grande Stefano su PI) ma che sarebbe pronta a scendere in piazza se FB gli chiede un centesimo al mese per pubblicare le loro cazzate.
5) Qualcuno può speculare sull' ingenuità dei sui sostenitori e usarlo politicamente.
Sarebbe ora! Finalmente qualcuno che riprenda a fare politica partendo della pancia dei cittadini!
6) Spider è un bugiardo, spider non esiste.
Speriamo che sia così'! E se vuole, volete un consiglio, sparite prima che sia troppo tardi. Mi ricordate molto, troppo i vecchi buoni pirati del lato oscuro della rete. Ma la regola è: Colpisci, segnala, non far danni e poi sparisci. Tocca ad altri riparare le falle.
Ultima annotazione, Spider ha costretto il potentissimo l'ufficio stampa della camera a smentire le sue accuse (ma quali accuse?chiacchiericci!).  Grande, manco Berlinguer ci riusciva!

1 commento:

Gigi Cogo ha detto...

CONDIVIDO 100%